SIA Aree Sisma: i chiarimenti dell’Inps


Il decreto 26 luglio 2017 ha definito le modalità di concessione del beneficio di cui all’art. 10, DL 9 febbraio 2017, n. 8, ovvero il c.d. SIA Aree Sisma. L’Inps, dopo aver fornito indicazioni operative relativamente alla disciplina di questa prestazione, si sofferma sulla disciplina della sottoscrizione del progetto personalizzato di presa in carico ai fini della concessione del beneficio del SIA ordinario, nonché della condizionalità.


Ai fini della mitigazione dell’impatto del sisma sulle condizioni di vita, economiche e sociali delle fasce deboli della popolazione, ai soggetti residenti in uno dei Comuni niteressati dagli eventi sismici elencati negli allegati 1 e 2, D.L. n. 189/2016, che versano in condizioni di maggior disagio economico, è concesso, su domanda, per l’anno 2017, il trattamento economico connesso alla misura di contrasto alla povertà.


Circa la sottoscrizione del progetto personalizzato di presa in carico ai fini della concessione del beneficio del SIA ordinario, è introdotta, per i nuclei beneficiari del SIA in via ordinaria nei Comuni interessati dagli eventi sismici del 2016 e del 2017, una deroga al principio della c.d. condizionalità in base al quale la mancata sottoscrizione del progetto personalizzato, ovvero la mancata ottemperanza agli obblighi dallo stesso derivanti, comporta l’esclusione dal beneficio.
Pertanto, a partire dal 17 agosto 2017, data di entrata in vigore del citato decreto, la mancata sottoscrizione del progetto comunicata successivamente alla stessa data da parte dei componenti del nucleo familiare beneficiario del SIA in via ordinaria, così come la violazione degli obblighi derivanti dallo stesso progetto, non comportano l’esclusione dal beneficio.


Il decreto 26 luglio 2017 contiene una ulteriore precisazione in materia di SIA in via ordinaria, riferita all’intero territorio nazionale. I comuni hanno facoltà di derogare ai tempi per la predisposizione dei progetti personalizzati di presa in carico, senza pregiudizio sull’erogazione del beneficio economico del SIA.
Nei casi di mancato invio (entro la fine del bimestre successivo a quello di presentazione della domanda) delle informazioni da parte dei Comuni/ambiti territoriali circa la sottoscrizione del progetto personalizzato, si provveda alla sospensione degli accrediti relativi ai bimestri successivi. Pertanto, a far data dall’entrata in vigore del decreto 26 luglio 2017, la mancata comunicazione della sottoscrizione del progetto personalizzato non comporta la sospensione del beneficio economico. Di conseguenza, tutte le domande di SIA già sospese a causa del mancato invio della notizia della sottoscrizione del progetto personalizzato sono state rimesse in pagamento.