Operai Edili di Trento: aumenta l’importo del premio professionalità e presenza

Dall’Ipotesi di accordo siglata per il rinnovo del CIPL per i dipendenti per i dipendenti delle imprese edili ed affini della Provincia di Trento, il nuovo Premio di Professionalità e Presenza Operai

L’ipotesi di accordo siglata il 28/8/2017 tra l’Associazione Trentina dell’Edilizia – ANCE Trento e la FENEAL-UIL, la FILCA-ClSL, la FILLEA-CGIL del Trentino, la cui efficacia è stata prevista con decorrenza 1/10/2017, ha modificato gli importi da corrispondere agli operai a titolo di premio di professionalità e presenza:

Descrizione

Indennità oraria espressa in euro

Caposquadra di 1.a 1,046
Caposquadra di 2.a 0,887
Operaio di 4° livello 0,887
Operaio di 3° livello specializzato 0,775
Operaio di 2° livello qualificato 0,605
Operaio di 1° livello comune 0,371
Apprendista 0,371

Il premio sarà riconosciuto anche nel caso di partecipazione dell’operaio alla formazione in materia di sicurezza di cui al 13° comma dell’art. 87 del CCNL 18 giugno 2008.
Il premio verrà erogato per intero per il primo giorno di infortunio sul lavoro.
Il premio non deve essere computato su alcun istituto contrattuale o di legge che non preveda presenza al lavoro.
Le parti si danno atto che in ragione della natura del premio di cui trattasi sul medesimo non deve essere computata la percentuale di accantonamento alla Cassa Edile (18,50%) e la percentuale per i riposi annui (4,95%).
Il premio non costituisce elemento utile ai fini della determinazione del Trattamento di Fine Rapporto.

Sostegno al reddito dei lavoratori ed imprese artigiane dell’Emilia Romagna

Entro il 30 novembre 2017devono essere regolamentate le prestazioni di welfare di bilateralità a favore dei lavoratori e delle imprese dell’artigianato in Emilia Romagna.

Prestazioni a favore del lavoratore

Le somme rinvenienti dalla quota contrattuale di bilateralità saranno utilizzate in:
– interventi che coprano prestazioni di welfare per i lavoratori, per l’importo di 87 € annuali per dipendente, saranno destinate per: asili nido – scuole materne – campi estivi – scuole elementari/medie inf./medie sup./università – integrazione maternità – trasporti – tickets sanitari – non autosufficenza – lenti/occhiali da vista – protesi acustiche – spese funerarie – trasporto scolastico – punti patente ed altre eventuali prestazioni da definire.
Tali prestazioni saranno erogate con le modalità che le parti definiranno con un apposito regolamento da convenire entro 30/11/2017.
– integrazioni al reddito in caso di sospensioni dell’attività lavorativa, in aggiunta alle prestazioni FSBA per tutti i lavoratori, per l’importo di 42 € annuali per dipendente, tali prestazioni saranno erogate con le modalità che le parti definiranno con un apposito regolamento da convenire entro 30/11/2017.

Prestazioni a favore dello sviluppo imprese

Le somme rinvenienti dal salario contrattuale di bilateralità, per la parte destinata agli interventi di bilateralità saranno utilizzate per:
– interventi per lo sviluppo delle imprese, per l’importo di 33 € annuali per dipendente le parti definiranno le prestazioni previste con un apposito regolamento da convenire entro 30/11/2017.
Le Parti inoltre convengono che le risorse del Fondo di Welfare Contrattuale saranno interamente dedicate alle prestazioni.

Voucher digitalizzazione: ulteriori risposte dal MISE (1/2)

Il Ministero dello sviluppo economico, in merito al contributo tramite voucher alle micro, piccole e medie imprese per la digitalizzazione dei processi aziendali e l’ammodernamento tecnologico, con le FAQ del 17 novembre 2017 fornisce ulteriori risposte sui.

Nello specifico:
– possono presentare domanda di agevolazione esclusivamente le imprese che, indipendentemente dalla forma giuridica o dal regime contabile adottato, risultano iscritte nel Registro delle Imprese. Pertanto, i soggetti registrati unicamente presso il Repertorio Economico Amministrativo (REA) delle Camere di Commercio (ad esempio gli enti pubblici non economici, le associazioni riconosciute e non, le fondazioni, i comitati, gli organismi religiosi), non rientrano tra i soggetti ammissibili alle agevolazioni in esame;
– un’impresa che ha avviato la procedura concordato preventivo con continuità aziendale non può presentare domanda di accesso alle agevolazioni;
– con riferimento agli ambiti di attività di miglioramento dell’efficienza aziendale, modernizzazione dell’organizzazione del lavoro e sviluppo di soluzioni di e-commerce, non sono ammissibili le spese per i canoni relativi a servizi informatici (per es. i canoni di abbonamento per il cloud storage) o per il noleggio di attrezzature informatiche;
– sono ammissibili i costi sostenuti per l’acquisto a tempo determinato di licenze d’uso dei software, fermo restando l’osservanza da parte dell’impresa beneficiaria dell’obbligo di mantenere nei 3 anni successivi alla data di erogazione del Voucher le componenti hardware e software agevolate nell’unità produttiva interessata dal progetto agevolato;
– le spese connesse alla partecipazione a corsi e all’acquisizione di servizi di formazione qualificata sono ammissibili alle condizioni indicate dalla normativa di riferimento, tra le quali non sono previste restrizioni in merito di requisiti dei fornitori dei predetti servizi di formazione. Al fine di consentire i controlli, le imprese beneficiarie sono tenute a conservare la documentazione giustificativa attestante l’effettiva fruizione dei servizi oggetto del Voucher (a titolo esemplificativo, nel caso di servizi di formazione qualificata gli attestati individuali di partecipazioni ai corsi, i cv dei docenti etc);
– l’impresa beneficiaria può utilizzare un conto corrente, anche non dedicato, per il pagamento delle spese previste nell’ambito del progetto agevolato. I pagamenti devono, comunque, essere effettuati esclusivamente attraverso il conto corrente prescelto;
– in fase di domanda di agevolazioni l’impresa è tenuta ad indicare esclusivamente, per ogni ambito di intervento, la tipologia di bene e/o servizio previsto (software, hardware, servizi di consulenza, opere infrastrutturali e tecniche e servizi di formazione) e il relativo importo. In fase di erogazione, l’impresa assegnataria del Voucher può rendicontare spese riferibili anche a tipologie di beni e/o di servizi diverse rispetto a quanto indicato in domanda, fermo restando che le spese rendicontate possono essere ammissibili nel limite dell’importo previsto in domanda per ciascun ambito di attività;
– l’impresa beneficiaria può acquistare i beni e/o i servizi previsti da fornitori con sede all’estero. Il fornitore è tenuto a rilasciare la liberatoria sottoscritta, allegando pertanto fotocopia del documento d’identità del dichiarante o sottoscritta con firma digitale;
– la condizione che i beni e/o i servizi siano acquisiti da terzi che non hanno relazioni con l’acquirente è derivata da una specifica disposizione prevista in tal senso dalla Commissione europea in materia di aiuti di stato. A tal fine la stessa Commissione ha chiarito che le parti devono essere indipendenti e non deve esservi, per lo meno, alcuna influenza (decisiva o meno) sulla composizione, sulle votazioni, e sulle decisioni degli organi di un’impresa. Ecco perché anche la sussistenza di una piccola partecipazione al capitale (ad esempio: 1%) indicherebbe che le parti non sono indipendenti e questo sia nel caso in cui la partecipazione è detenuta dall’impresa beneficiaria nell’impresa fornitrice sia nel caso cui, invece, è il fornitore a detenere la partecipazione nell’impresa beneficiaria.

DL fiscale alla Camera: nuove detrazioni

Il Senato ha approvato l’emendamento interamente sostitutivo del ddl n. 2942, di conversione in legge del D.L. n. 148/2017 (c.d. “Decreto fiscale”), che recepisce le modifiche apportate dalla Commissione Bilancio. Il testo introduce importanti novità sulla detrazione fiscale per i contributi associativi versati alle società di mutuo soccorso e sulla detraibilità degli alimenti a fini medici speciali.

Relativamente ai contributi associativi versati dai soci alle società di mutuo soccorso, al fine di assicurare ai soci un sussidio nei casi di malattia, di impotenza al lavoro o di vecchiaia, ovvero, in caso di decesso, un aiuto alle loro famiglie, la detrazione del 19% è ammessa per un importo non superiore, dei suddetti contributi, a € 1.300. In precedenza, invece, era ammessa solo per importi superiori al citato limite.

Vengono inoltre ricomprese nell’ambito delle detrazioni delle spese sanitarie, anche quelle sostenute per l’acquisito di alimenti e fini medici speciali, con l’esclusione di quelli destinati ai lattanti.
La detrazione per le suddette spese sanitarie è del 19% per la parte eccedente € 129,00 ed è prevista limitatamente ai periodi di imposta in corso al 31 dicembre 2017 e al 31 dicembre 2018.

Comunicazioni per le aziende del Turismo dal Fondo di assistenza sanitaria Fast

Fornita una comunicazione sull’emissione dei MAV da parte del Fondo di assistenza sanitaria integrativa FAST per il settore Turismo

FAST, il Fondo di assistenza sanitaria integrativa per i dipendenti di aziende alberghiere e complessi turistico- ricettivi all’aria aperta del CCNL Turismo, assunti a tempo indeterminato, inclusi gli apprendisti, comunica alle aziende che la prossima emissione dei MAV avverrà il 24 novembre 2017 e riguarderà i MAV richiesti entro il 21 novembre. I relativi pagamenti dovranno avvenire entro il 30 novembre 2017.
Le successive emissioni previste per l’intero 2017 sono:
– 21 dicembre (richieste entro il 18 dicembre).
Le precedenti emissioni sono avvenute il 20 ottobre; il 22 settembre, il 10 agosto; il 21 luglio; il 16 giugno; il 26 maggio; il 5 maggio; il 24 marzo; il 17 febbraio; il 20 gennaio; il 16 dicembre; il 18 novembre;  il 21 ottobre; il 23 settembre; il 5 agosto; il 22 luglio; il 17 giugno; il 20 maggio; il 6 maggio; il 22 aprile; il 25 marzo; il 19 febbraio; il 22 gennaio; il 18 dicembre.